I proprietari di casa attenti fanno i loro compiti prima di scegliere rivestimenti esterni per la loro casa nuova o rinnovata. Gli annunci di rivestimenti in vinile sembrano così allettanti: la prospettiva di non dover mai dipingere la tua casa è un argomento allettante per il genitore impegnato o per la famiglia laboriosa. Una vita senza manutenzione sembra un sogno. A differenza della tavola di pino o di cedro, questa plastica resistente non si decomporrà. Il vinile è disponibile in diverse dozzine di colori e può imitare i dettagli architettonici che una volta erano fatti di legno. Non c’è da meravigliarsi se il vinile è diventato il materiale di raccordo più popolare negli Stati Uniti e sta rapidamente guadagnando slancio in tutto il mondo.

Ma aspetta! Ciò che gli annunci non ti dicono può costarti caro. Prima di installare rivestimenti in vinile su assicelle di legno, scandole di cedro, stucco o mattoni, considera questi importanti fattori.

Takeaways chiave

  • Come qualsiasi prodotto in plastica, un rivestimento in vinile di buona qualità può essere eterno fino al punto di indistruttibile. La durata, tuttavia, non significa che non possa essere danneggiata.
  • Rivestimenti in vinile dovrebbero essere periodicamente lavati ed esaminati. La sua natura a bassa manutenzione spesso genera compiacimento per i proprietari di casa, portando a trascurare.
  • Nessun prodotto esterno per rivestimenti è la risposta definitiva alla conservazione dell’energia domestica.
  • Rivestimenti in vinile è disponibile in molti colori e può anche essere verniciato.
  • Come i vetri in vinile, i rivestimenti in vinile sono inappropriati per la conservazione storica e possono causare danni irreversibili al mattone e alla pietra.
  • Il rivestimento in vinile a basso costo può aumentare il valore di una casa abbandonata o abbandonata, ma i valori immobiliari delle case più vecchie possono diminuire. Il rivestimento in vinile copre il bene e il male dell’esterno di una casa.
  • La plastica è un materiale da costruzione discutibile a causa di problemi ambientali e di salute in tutti i punti del suo ciclo di vita.

Ciclo di vita dei materiali da costruzione

Molti consumatori stanno assumendo il riscaldamento globale come individui. Le persone prendono decisioni consapevoli riguardo ai prodotti che usano a casa loro e nelle loro case. Per i materiali da costruzione, esaminare tre aree: produzione e trasporto al luogo di lavoro, tossicità durante l’uso e smaltimento dopo l’uso. Anche prima che il film documentario del 2001 Blue Vinyl esponesse i pericoli umani della produzione di vinile, gli ambientalisti avevano preso di mira il prodotto.

Il processo di produzione è altamente tossico, ma ci sono pochi sprechi nell’operazione. Il prodotto è leggero e facilmente trasportabile, ma non è quasi mai localmente fonti: il rivestimento in vinile richiede un trasporto a lungo raggio per la consegna in un negozio o in un cantiere. Dopo la sua utilità, i rivestimenti in vinile possono essere riciclati, ma alcuni sostengono che sia raramente. A meno che non venga approvata una legislazione che impone il riciclaggio, i prodotti in plastica rimangono per sempre nell’ambiente, contaminando il suolo o l’aria se bruciati.

L’industria può contestare le sue proprietà contaminanti, ma il vinile è un polimero, simile ai polimeri in tappeti, bottiglie, giocattoli e vernici, progettati per durare nel tempo. A differenza delle miscele concrete utilizzate anche nell’antica Roma, il vinile è una miscela di sostanze chimiche non facilmente reperibili in natura.

durabilità

Le pubblicità spesso implicano che il rivestimento in vinile è permanente. È vero che il vinile durerà a lungo, ecco perché è così difficile smaltirlo in sicurezza. In condizioni climatiche estreme, tuttavia, il vinile senza additivi chimici è meno durevole del legno e della muratura. Il biossido di titanio viene spesso aggiunto alla miscela chimica per bloccare i raggi UV, che hanno deteriorato i vecchi rivestimenti in vinile. I consumatori possono acquistare diversi tipi di vinile, sia riciclati che cosiddetti “vergini”, e sono disponibili diversi spessori.

L’installazione influisce anche sulla sua durata: poiché si espande, deve essere installata liberamente, ma se è troppo lenta, il vento può scendere sotto le sottili lastre di vinile e sollevare un pannello dalla parete. I residui del vento e la forte grandine possono perforare il vinile. Il vinile più spesso pone dei problemi durante l’installazione, poiché i pezzi in vinile si sovrappongono di solito. I nuovi sviluppi hanno reso il vinile più forte e meno fragile, ma i fogli di plastica continueranno a rompersi o rompersi se colpiti o tirati da un tosaerba o da un soffiatore di neve. Molte delle opzioni offerte oggi rendono il rivestimento in vinile più costoso, quindi non è sempre l’alternativa più economica al rivestimento esterno.

Rivestimenti in vinile liquido, che vengono spruzzati su vernice simile, possono rivelarsi più durevoli dei pannelli in vinile. Tuttavia, i rivestimenti in vinile liquido sono difficili da applicare correttamente. Sono stati segnalati numerosi problemi.

Manutenzione

Il legno deve essere dipinto o macchiato: il vinile non richiede pittura, ma la maggior parte può essere verniciata. Non è esatto dire che il vinile non richiede manutenzione, comunque. Per mantenere il suo aspetto fresco, i rivestimenti in vinile dovrebbero essere lavati ogni anno. Eventuali telai e finiture in legno richiederanno ancora la verniciatura di routine e le scale appoggiate alla casa possono graffiare o rompere i rivestimenti in vinile.

A differenza del legno e della muratura, il rivestimento in vinile presenta una serie di problemi di manutenzione. L’umidità intrappolata sotto il rivestimento in vinile accelera la putrefazione, favorisce la formazione di muffe e funghi e invoglia le infestazioni di insetti. Lasciato non corretto, l’umidità delle pareti causerà la formazione di bolle d’aria sulla carta da parati e sulla vernice all’interno della casa. Per evitare il decadimento nascosto, i proprietari di case potrebbero voler regolare di routine le giunzioni tra i rivestimenti in vinile e le finiture adiacenti. Le perdite del tetto, le grondaie difettose o altre fonti di umidità dovrebbero essere riparate senza indugio. Rivestimenti in vinile non può essere un’opzione saggia per una casa più vecchia con una cantina cronicamente umida.

Conservazione dell’energia domestica

Diffidare di un venditore di vinile che promette bollette energetiche molto basse. Il rivestimento in vinile può essere d’aiuto, in particolare i gradi più costosi di vinile isolato, ma il rivestimento in vinile è, per definizione, un trattamento superficiale, fondamentalmente appeso all’esterno di casa. Indipendentemente dal tipo di raccordo scelto, è possibile installare ulteriore isolamento all’interno delle pareti.

Colore

Il vinile è disponibile in più colori rispetto al passato e il nuovo rivestimento in vinile non si sbiadisce più rapidamente del vecchio vinile. Inoltre, la pigmentazione viene sfornata anziché applicata sulla superficie, quindi il vinile non mostrerà graffi. Guarda entrambi i lati del binario di raccordo, in particolare i prodotti riciclati, per garantire che il colore non sia semplicemente su una superficie. A seconda della qualità del vinile che comprate, aspettatevi qualche sbiadimento dopo circa cinque anni. Il tempo e le condizioni atmosferiche modificheranno anche la brillantezza dei rivestimenti in vinile. Se un pannello è danneggiato, il nuovo pannello di sostituzione potrebbe non corrispondere esattamente.

Dopo aver vissuto a casa tua per un certo numero di anni, potresti stancarti del suo colore, specialmente se il vinile si è indebolito e sbiadito. Puoi dipingere il vinile, ma il vinile non è più “esente da manutenzione”. In generale, il colore della tua casa di vinile è il colore che sarà sempre finché non installerai un nuovo binario di raccordo.

Conservazione storica

Con un’attenta installazione di un vinile di migliore qualità, il binario di raccordo ingannerà davvero l’occhio. Tuttavia, per quanto il vinile assomigli al legno, qualsiasi rivestimento artificiale ridurrà l’autenticità storica di una casa più antica. In molti casi, i dettagli ornamentali e ornamentali originali sono coperti o rimossi. Intere scale possono essere coperte. In alcune installazioni, l’assicella originale viene completamente rimossa o danneggiata gravemente. Il rivestimento in vinile modificherà sempre la struttura e le proporzioni complessive della casa, modificando la profondità delle modanature e sostituendo la venatura naturale del legno con motivi in ​​rilievo fabbricati in fabbrica. Il risultato è una casa con meno appeal e un valore inferiore rispetto al progetto architettonico originale. Perché dovresti installare rivestimenti in vinile su una casa progettata dall’architetto Frank Lloyd Wright?

Un buon esempio di vinile su una residenza storica è l’Arthur L. Richards Duplex Apartments su West Burnham Boulevard.in Milwaukee, Wisconsin. Frank Lloyd Wright progettò una serie di quelle che definì American System-Built Homes nel lontano 1916. Perché la casa nella foto in cima a questo articolo non assomiglia ad un disegno di Wright? I rivestimenti in pietra e stucco sono stati ri-lati, perdendo i dettagli originali di Wright trovati su simili Richards Apartments, inclusa una scala centrale esterna. I professionisti della conservazione storica raccomandano di evitare i rivestimenti in alluminio e vinile sugli edifici storici. Il documento sulla conservazione dei servizi di conservazione tecnica 8 afferma:

“Quando vengono applicate a mattoni o altre unità di muratura, le penetrazioni delle unghie che attaccano le strisce e il rivestimento possono causare screpolature o scheggiature irreversibili della muratura, anche se questo riferimento alla muratura dannosa è incluso come un dato di fatto, l’applicazione di rivestimenti in alluminio o vinile è altamente inappropriato per gli edifici storici in muratura. “

Valori di proprietà

Rimuovere il rivestimento in vinile da una casa di epoca vittoriana o un bungalow Artigiano del 20esimo secolo potrebbe aumentare il valore della casa. Il ripristino delle dimore storiche americane nella loro lavorazione originale aumenterà sicuramente il valore estetico di una casa. Poiché la qualità e la varietà del vinile migliorano, l’accettazione sta crescendo. Sempre più case negli Stati Uniti sono rifinite con un rivestimento in vinile. D’altra parte, il vinile non è il raccordo ideale per case di alto livello progettate da architetti. Molti acquirenti a casa percepiscono ancora il vinile come una scorciatoia di cattivo gusto, una copertura per eventuali problemi o, per lo meno, una soluzione a basso costo. Il vinile può conferire a un look sgangherato un aspetto nuovo e pulito, nascondendo qualsiasi cosa ci sia sotto.

Tipici proprietari di case tendono a scendere uniformemente sull’uso di rivestimenti in vinile – la metà lo considerano attraente se installato correttamente, e la metà lo trova innaturale e poco attraente. La linea di fondo è questa: quando si considera il rivestimento in vinile, controlla tutte le opzioni di rivestimenti esterni.

Preoccupazioni per la salute

Sebbene il cloruro di polivinile o il PVC esistano già dal 1800, l’attuale produzione di plastica è motivo di preoccupazione per molte persone che lavorano e vivono vicino alle aree industriali. Il vinile è fatto da un PVC, una resina di plastica che contiene il cloro chimico pericoloso e stabilizzanti come il piombo. A temperature elevate, come gli incendi domestici, il PVC rilascia formaldeide, diossina e altri prodotti chimici pericolosi. Una serie di studi scientifici hanno collegato il PVC utilizzato negli alloggi di emergenza FEMA con problemi respiratori. La diossina, che viene rilasciata quando si brucia il rivestimento in vinile, è stata associata a una vasta gamma di malattie, dalle malattie cardiache al cancro.

Sostenitori sostenitori come i rappresentanti del Vinyl Siding Institute affermano che questi pericoli sono sopravvalutati. Mentre i vapori della combustione del vinile possono essere dannosi, il vinile brucia più lentamente del legno. Tuttavia, nel 2007 il US Green Building Council ha dichiarato che il PVC non è un materiale da costruzione sano.

I consumatori dovrebbero scegliere con saggezza quando prendono decisioni difficili sulle loro case.